Tamaro


Lonicera Caprifolium

Fusaggine

Rosa Canina


Ligustro


Solanum Dulcamara


Biancospino


Crespino


Ginestra






Ligustro

I rami del ligustro, grazie alla loro flessibilità, in passato venivano utilizzati per effettuare legature. E' un arbusto alto fino a 4 m con corteccia bruno-verdastra, liscia, con numerose lenticelle trasversali. I rami sono brevemete pelosi. All'apice dei rami si sviluppa, in primavera, un' infiorescenza a pannocchia densa di fiori odorosi. Essi sono piccoli, bianchi e con corolla a quattro petali.
Il frutto è una bacca quasi rotonda (diametro 6-8 mm), nero-lucida esternamente e rossastra all'interno.
Il suo legno è molto duro ed è usato in tornitura.
Le foglie in infuso possono produrre un liquido che imita il tè.
I frutti, molto appetiti dagli uccelli, forniscono una sostanza atta a tingere i capelli di nero, producono inchiostro e sono utilizzati per ravvivare il colore di alcuni vini.
I suoi rami vengono utilizzati per confezionare scope con le quali vengono spazzate le aie.

Torna su

bosco