UN MICROHABITAT




Con la vaschetta di plastica trasparente puoi creare dei veri e propri MICROAMBIENTI temporanei che richiedono un po' più di pazienza, ma sono certamente più interessanti perchè ti permettono di ospitare insieme più insetti dello stesso habitat e per qualche giorno in più rispetto ai barattoli.

Ad esempio puoi ricostruire:

IL PRATO con qualche zolla d'erba e fiori, con cavallette, grilli e coccinelle...

IL SOTTOBOSCO con uno strato di humus, foglie morte, legno in decomposizione, con porcellini, millepiedi, carabidi...

LA DUNA SABBIOSA con il fondo di sabbia, qualche pianta pioniera o di macchia, con le mantidi, gli insetti stecco, gli scarabei....


Metti sul fondo del contenitore uno strato di ghiaia per drenare l'umidità del terreno e non creare muffe e coprilo con il suolo della zona scelta.

Incassaci la ciotolina con la solita spugna bagnata e metti su un lato esemplari di vegetazione del luogo, lasciando abbastanza spazio per vedere gli animali muoversi.

Copri la vaschetta con un foglio di plastica trasparente (con molti fori per l'aria) che terrai fermo con lo spago. Ogni giorno spruzza qualche goccia d'acqua sulla vegetazione, senza esagerare o usa un vaporizzatore ( vanno bene quelli per prodotti domestici, ma è indispensabile lavarli con grande cura per eliminare ogni traccia di prodotto chimico o detersivo!)




UN MENU' PER GLI INSETTI


GRILLO:
sostanze vegetali, erbe, piccole radici.


GRILLOTALPA:
sostanze vegetali, erbe, piccole radici.


FORBICINA:
sostanze vegetali e animali.


CAVALLETTA:
sostanze vegetali, steli, piccoli insetti.


GRAFOSOMA:
ombrellifere come carota selvatica oppure prezzemolo.


SEVRO:
(una delle tante cimici puzzolenti) ortica bianca.


ACANTOSOMA:
biancospino.


CIMICE DEL FUOCO:
frutti dei tigli, olmi, semi di malva.


TIPULA:
detriti vegetali del suolo.


CERVO VOLANTE:
legno marcito delle querce.


MAGGIOLINO:
detriti vegetali, radici.


CERAMBICE:
succhi e linfa degli alberi.


MANTIDE:
cavallette, mosche, farfalle.


CICINDELA:
piccoli insetti.


SCOLOPENDRA:
(attenzione ai suoi morsi, sono velenosi anche se non pericolosi per l'uomo) insetti, porcellini di terra.


MOSCA CARNARIA:
sostanze zuccherine e sostanze animali in decomposizione.


MOSCA SCORPIONE:
vegetali morti ma anche ragni, insetti e altri invertebrati.



SCARABEO STERCORARIO:
sterco di mucche e cavalli.


NECROFORO NERO:
sostanze animali in decomposizione.


COCCINELLA:
soprattutto afidi (i pidocchi delle rose).






Torna su