Sparviere

Può esservi capitato, durante un'escursione in collina o in montagna, di veder sfrecciare veloce, a pochi metri da terra, un piccolo, agile rapace dal battito alare nervoso, che rapidamente svanisce nel folto della vegetazione seguito dal suo tipico richiamo "kikikikikiki.... ." Questo fulmineo uccello è uno sparviere (Accipiter nisus), un rapace specializzato nella cattura di piccoli uccelli nel fitto dei boschi, con abilità peculiari indispensabili in un terreno di caccia così costellato da innumerevoli ostacoli. Le dimensioni di questo rapace lo rendono confondibile con il gheppio che presenta tuttavia ali appuntite e dorso marrone-arancio, mentre la sua livrea ricorda quella di un altro rapace legato ai boschi e alle foreste, l' astore (Accipiter gentilis). Lo sparviere è caratterizato da un dorso grigio scuro nella femmina e grigio-azzurro nel maschio. Entrambi i sessi presentano una fitta barratura sul petto, grigio-marrone nella femmina e marrone-rossiccio nel maschio. L'alimentazione e costituita prevalentemente da piccoli uccelli come passeri, fringuelli,merli fino alle dimensioni di un colombo, che vengono catturati nel fitto della vegetazione o ai margini dei boschi. Normalmente la femmina, che presenta un corporatura un terzo più grande del maschio, caccia all' esterno dei boschi, dove sono presenti prede di maggiori dimensioni, mentre il maschio più piccolo e agile cattura prevalentemente passeriformi in mezzo alla vegetazione forestale.

Torna su
bosco