Si alza deciso in direzione della luce splendente e misteriosa….Segue il sentiero ….Scioglie i calzari e li abbandona……Entra nei prati e calpesta l’erba, si china sui fiori, respira il profumo……rincorre le farfalle….Si ferma….….Sorride alle nuvole, agli uccelli nel cielo….. ….In lontananza una voce……”VENITE A ME VOI CHE SIETE AFFATICATI E OPPRESSI”….

Sono le stesse parole che sua madre spesso ripeteva sottovoce sorridendo….Olivo ora sa dove andare…corre in direzione della luce e, nella corsa, si libera della divisa di soldato… In una radura in riva al fiume, nel silenzio della sera, donne, uomini e bambini sono lì, assorti ad ascoltare le parole del vecchio…..Sono Cristiani! I “fratelli” che Eponina amava e frequentava in segreto.

Torna su
ESCI
SFOGLIA