PATTO
DI CORRESPONSABILITA'
EDUCATIVA






PATTO DI CORRESPONSABILITA’ EDUCATIVA



Visto il D.M. n. 5843/A3 del 16 ottobre 2006 “Linee di indirizzo sulla cittadinanza democratica e legalità”
Visti i D.P.R. n. 249 del 24/6/1998 e D.P.R. n. 235 del 21/11/2007 “Regolamento recante lo Statuto delle studentesse e degli studenti della scuola secondaria”
Visto il D.M. n. 16 del 5 febbraio 2007 “Linee di indirizzo generali ed azioni a livello nazionale per la prevenzione del bullismo”
Visto il D.M. n. 30 del 15 marzo 2007 “Linee di indirizzo ed indicazioni in materia di utilizzo di telefoni cellulari e di altri dispositivi elettronici durante l’attività didattica, irrogazione di sanzioni disciplinari, dovere di vigilanza e di corresponsabilità dei genitori e dei docenti”


si stipula con la famiglia dell’alunno il seguente patto educativo di corresponsabilità,
con il quale



Gli insegnanti
si impegnano a :
Le famiglie
si impegnano a :
Gli alunni
si impegnano a :

• Attenersi ai principi espressi nel POF e alle indicazioni del regolamento di istituto

• Prendere visione del POF e del regolamento di istituto

• Aiutare i propri figli a rispettare il regolamento d’Istituto

• A rispettare lo Statuto delle studentesse e degli studenti, con particolare riferimento alla Scuola Secondaria di I° grado

• Spiegare all’inizio di ogni anno scolastico le attività didattiche ed educative del POF e le norme di comportamento richieste agli alunni




• Accertare all’inizio dell’a.s. i livelli di partenza degli alunni




• Progettare e programmare gli interventi didattico- educativi in base alla situazione iniziale della classe

• Fornire alla scuola tutte le informazioni che possano incidere sull’andamento scolastico dello studente



• Condividere con le famiglie percorsi educativi coerenti


• Condividere con la scuola percorsi educativi coerenti



• Favorire la piena integrazione degli studenti diversamente abili, promuovere iniziative di accoglienza ed integrazione degli studenti stranieri, tutelandone la lingua e la cultura
• Condividere con gli insegnanti ed i figli i valori della solidarietà e dell’accettazione dell’altro
• Accettare, rispettare e aiutare gli altri e i diversi da sé, impegnandosi a comprendere le ragioni dei loro comportamenti

• Aiutare gli alunni a lavorare in modo proficuo in un clima sereno


• Collaborare con gli insegnanti ed i compagni per creare un clima positivo all’interno della classe

• Collaborare con gli alunni e le famiglie per prevenire atti di bullismo e di prevaricazione
• Segnalare atti comprovati di bullismo e collaborare con la scuola per prevenire atti di prevaricazione

• Collaborare con gli insegnanti per prevenire atti comprovati di bullismo e segnalare episodi di prevaricazione

• Tenere informata regolarmente e tempestivamente la famiglia sulla situazione scolastica dello studente e sui comportamenti non adeguati
• Fornire alla scuola i recapiti telefonici

• Prendere visione e firmare le comunicazioni scritte sul diario o sul libretto degli alunni

• Giustificare per iscritto ogni assenza degli alunni da scuola

• Rispettare le scadenze e gli adempimenti

• Fare in modo che i propri figli vengano a scuola con un abbigliamento decoroso ed adeguato all’ambiente scolastico

• Far capire ai propri figli che gli eventuali provvedimenti disciplinari hanno finalità educativa tesa a far comprendere l’errore ed a evitare che esso si ripeta


• Usare un linguaggio corretto

• Adottare un comportamento adeguato alle diverse situazioni

• Vestire in modo decoroso ed adeguato all’ambiente scolastico

• Non usare il telefono cellulare e altri dispositivi elettronici (lettori MP3, videogame ect.) all’interno della scuola

• Tutelare la sicurezza degli alunni attraverso una adeguata e puntuale vigilanza

• Risarcire i danni causati dai propri figli alle strutture della scuola, alle attrezzature ed al materiale didattico comune

• Adottare un comportamento responsabile, in modo da garantire la sicurezza propria ed altrui

• Rispettare l’orario di servizio
• Far rispettare ai propri figli l’orario di ingresso a scuola

• Garantire una frequenza assidua delle lezioni

• Rispettare l’orario di ingresso a scuola

• Frequentare regolarmente le lezioni

• Tenere contatti con le famiglie attraverso i rappresentanti di classe per tutto quanto riguarda la comunità scolastica
• Partecipare agli incontri scuola e famiglia

• Facilitare e sostenere il ruolo dei rappresentanti di classe tenendo con questi regolari contatti

• Collaborare con la comunità scolastica nei momenti di socializzazione

• Partecipare alle attività di socializzazione proposte dalla scuola


DATA.....


IL GENITORE / AFFIDATARIO ...........


IL DIRIGENTE SCOLASTICO
DOTT. RENATO SCHETTINI
.................

Da restituire firmato alla scuola di appartenenza.