LA LEGGENDA DEL GELSO

La leggenda del gelso o leggenda di Piramo e Tisbe appartiene alla cultura persiana ma è di origine babilonese. Ci è stata tramandata dal poeta latino Ovidio nelle sue “Metamorfosi”.

Piramo e Tisbe erano due giovani babilonesi bellissimi, e vivevano in case attigue, pertanto si conoscevano fin da quando erano bambini.
Crescendo sentivano ogni giorno di più un’attrazione reciproca, che non tardò a trasformarsi in un forte sentimento d’amore. Purtroppo non avevano la possibilità d’incontrarsi perché i loro familiari lo vietavano.
Tuttavia i due giovani scoprirono che nella parete comune alle loro abitazioni c’era una piccola fessura della quale nessuno si era mai accorto.
“Che cosa -osserva a questo punto Ovidio- non scopre amore?”
Attraverso quella fessura i due giovani si scambiavano spesso le loro confidenze. A volte la maledicevano perché era molto stretta, altre volte la benedicevano perché permetteva almeno lo scambio di parole amorose.




sfoglia